Vacanze in bici sul Lago di Garda!

“È andando in bicicletta che impari meglio i contorni di un paese, perché devi sudare sulle colline e andare giù a ruota libera nelle discese.” scriveva Hemingway e infatti la bici è un ottimo mezzo di trasporto per conoscere e vivere un territorio. Cosa c’è di meglio che godersi la natura e le ricchezze storico-artistiche di un luogo ad un ritmo lento e a misura d’uomo?

È il momento giusto per partire, in sella alla vostra bici, alla scoperta dei territori del medio-basso Lago di Garda bresciano ed entroterra ci condurranno due appassionati della bici. Angelo ci guida in un percorso che da Lonato del Garda arriva a Padenghe: dalla piazza del Municipio di Lonato ci dirigiamo sotto la torre e poi percorriamo via Trento e Trieste. Arrivati in via XXIV maggio, prima dell’abitato di Sedena, prendiamo per via Reparè e poi via Cuccagna che ci conduce fino al castello di Drugolo, edificio incantevole al confine con Padenghe. Risaliamo verso via Cappuccini che si addentra nel bosco e seguiamo la strada sterrata verso nord. Poi in discesa verso via Ronchi, in concomitanza della quale giriamo a destra e ci inseriamo nella pista ciclabile per Lonato che seguiremo fino a tornare al punto di partenza.

maxresdefault

Il secondo percorso, tutto dedicato alla scoperta di Desenzano, è la passeggiata preferita di Ivana, che qui è nata e che non si stanca mai di percorrere queste strade in sella alla sua bici. Dalla stazione di Desenzano del Garda si prende via Cavour in discesa e poco dopo via Irta a sinistra. Oltrepassato il maestoso viadotto della ferrovia si segue Mezzocolle in direzione San Pietro e successivamente via degli Oleandri. Dopo qualche centinaio di metri si sale a sinistra in una stradina che diviene sterrata dopo pochi metri e si continua tra campi coltivati e cascine fino al km 4,5 dove si troverà un cartello indicante “Itinerari del Garda”. Terminato il tratto sterrato si giunge in località San Pietro e poi a sinistra in una piccola via del borgo, proseguiamo fino alla deviazione per la Torre di San Martino della Battaglia (che vale assolutamente una visita). Il viaggio prosegue in via Località Madonnina e da lì in poi seguendo le indicazioni per la ciclabile che ci riporteranno al punto di partenza.