Il fascino senza tempo di Desenzano del Garda

Passeggiate sul lungolago, panorami mozzafiato, spiagge meravigliose, shopping tra le vie del centro, gite in barca, cicloturismo sulle colline dell’entroterra, un patrimonio storico artistico eccezionale, una frizzante vita notturna, la natura incontaminata dell’Oasi di San Francesco: sono solo alcuni dei tanti motivi che spingono così tante persone a visitare Desenzano in ogni stagione dell’anno, per le vacanze o per veloci weekend.

Chi ama la storia antica non può perdersi una visita alla Villa Romana, tra le più importanti testimonianze delle grandi villae tardo antiche nell’Italia settentrionale che conserva al proprio interno un Antiquarium dove è possibile visitare una ricca selezione dei materiali provenienti dalla Villa. Il ricco patrimonio archeologico di Desenzano è ammirabile anche al Museo Giovanni Rambotti che raccoglie reperti e manufatti rinvenuti lungo le rive meridionali del Benaco e risalenti alla preistoria e conserva una vera particolarità: l’aratro completo più antico del mondo risalente all’età del Bronzo ovvero più di 2.000 anni prima di Cristo.

castello_desenzano_festival_storytelling_dat_lago_di_garda.jpg

Da non perdere il Castello medievale, sorto forse su un castrum romano a difesa delle invasioni barbariche, che fu ricostruito in epoca comunale e rafforzato nel XV secolo, quando racchiudeva 120 case ed una chiesa dedicata a S. Ambrogio. Dalle mura recentemente restaurate si gode una splendida vista sul lago di Garda.

Tra una passeggiata e l’altra nelle vie del centro e sul lungolago è impossibile rinunciare alle splendide opere custodite nelle cappelle del Duomo di Santa Maria Maddalena, uno dei migliori esempi del tardo rinascimento in provincia di Brescia, che conserva capolavori di Andreaa Celesti e “L’ultima cena”: celebre tela di Tiepolo.

Altro punto caratteristico di Desenzano è il porto vecchio, costruito nel 1200 come mercato di grani durante l’epoca della Repubblica Veneta. Sulla darsena si trova palazzo Todeschini, altra opera del Todeschini, originaria casa comunale di Desenzano. Una particolarità di questo palazzo è la “pietra dei disoccupati” dove anticamente avvenivano le condanne per fallimento.

Assolutamente da visitare infine il Parco del Risorgimento a San Martino della Battaglia costituito dal Museo Risorgimentale e dalla Torre Monumentale di notorietà internazionale.

oasi_san_francesco_desenzano_festival_storytelling_dat_lago_di_garda.jpg

Un gioiello tutto da scoprire è l’Oasi naturalistica di San Francesco, situata al confine tra Desenzano del Garda e Sirmione e riconosciuta come “Monumento Naturale” per tutelare l’alto valore naturalistico e il pregio paesaggistico che la caratterizza. È il luogo ideale per passare una giornata immersi nella natura incontaminata e ricaricarsi contemplando la flora e la fauna.